il cannobino

Il nostro cibo

La mela è uno dei frutti più benefici e conosciuti al mondo per la salute poiché ricca di vitamine e minerali.
La mela è costituita dall’85% di acqua e la maggior parte dei suoi zuccheri derivano dal fruttosio ed ha un basso contenuto calorico.
E’ un buon rimedio naturale e non a caso conferma il vecchio proverbio che dice: ''una mela al giorno toglie il medico di torno''.
Infatti, la mela, sin dall’antichità, è stata apprezzata per le sue numerose proprietà e i suoi numerosi benefici, dato che contiene una gran quantità di antiossidanti che aiutano a purificare il corpo dalle tossine, a ridurre il livelli del colesterolo e a prevenire lo sviluppo di alcuni tumori.

La mela annurca
La mela Annurca è uno dei prodotti tipici della Campania, e da un ventennio si è molto diffusa anche in Piemonte e Lombardia.
Si tratta di una mela dalle dimensioni ridotte ma molto polposa e ricca di succo, ed è una delle varietà di mele più apprezzate dai consumatori e dagli amanti del frutto.
Un vantaggio nella coltivazione di questa pianta è che richiede pochissimi trattamenti.
Prima di tutto c’è da dire che si tratta di un frutto altamente nutritivo, infatti ha un alto contenuto di vitamine e minerali, tra cui ferro, potassio, vitamine C B1 B2 e PP, manganese e fosforo.
Inoltre, la mela annurca è ricca di fibre e viene spesso consigliata ad anziani e bambini per facilitare le funzioni intestinali e diuretiche.
Le mele annurche aiutano a mantenere basso il livello del colesterolo, più che altro ne abbassano i valori.
Infatti, il frutto in questione, a differenza delle mele comuni, hanno alti livelli di polifenoli, molecole antiossidanti che, però, perdono il loro valore se la mela viene cotta, per questo se ne consiglia l’assunzione senza cuocerla.

La ricetta
Sbucciate le mele annurche, togliete il torsolo e tagliatele a fettine non tanto spesse. Ponetele in un tegame e ricopritele con 125 grammi di zucchero e con il succo di limone, e lasciate in infusione per 1 ora circa. In un altro tegame, sbattete le uova con lo zucchero rimasto, sciogliete il burro senza friggerlo e unitelo al composto di uova e zucchero. Versate a pioggia la farina ed aggiungete il lievito alle mele mescolando con delicatezza. Versate il tutto in una teglia rotonda con carta da forno.

Cuocete per 45 minuti in forno a 160 gradi (il forno deve essere già caldo). Lasciate raffreddare, spolverate con zucchero a velo e servite.

Pubblicato da editore il in ambiente - cibo

commenti

Gli articoli del blog possono essere commentati dagli utenti iscritti a disqus, facebook, twitter e google+
Top