il cannobino

I rimedi dei nonni

Per avere una casa splendente e pulita non occorrono detersivi, bastano pochi prodotti naturali, vediamo quali e come usarli. La pulizia della casa con prodotti naturali non è un’utopia, è un metodo economico, ecologico ed efficace.

La cucina
Per esempio, per l’igiene della cucina, bastano bicarbonato, aceto di vino bianco e limone.
Il bicarbonato è perfetto per piani cottura in acciaio, forno, microonde e frigorifero. Si può usare in polvere, direttamente sulla spugnetta o un panno in microfibra, o diluito in acqua tiepida.
L’aceto di vino bianco è un altro prezioso alleato di chi ama la pulizia di casa con prodotti naturali. In cucina può servire a sgrassare fornelli in acciaio e forno. Per la pulizia di forno e microonde basta riscaldare l’elettrodomestico, mettere mezzo litro di aceto in un tegame e lasciarlo agire per venti minuti circa. Il vapore emanato dall’aceto scioglierà il grasso che si è depositato sulle pareti; la pulizia perfetta si otterrà ripassandole con un panno in microfibra bagnato nell’aceto tiepido. Chi non ama l’odore dell’aceto, può compiere la stessa operazione con il succo di tre limoni.
L’aceto è perfetto anche per lucidare le pentole, i piatti e per la pulizia della lavastoviglie.

Il bagno
L’aceto di vino bianco è un ottimo prodotto naturale anche per la pulizia del bagno. È un anticalcare naturale, antimuffa e combatte i germi; aiuta dunque a far risplendere la rubinetteria in acciaio e i lavabi. Per renderlo più efficace, prima di versarlo nel water è meglio riscaldarlo; bisogna poi farlo agire per una decina di minuti e passare lo spazzolone.
Per ottenere una polvere abrasiva adatta allo sporco più ostinato, basta preparare una pappetta con bicarbonato e aceto di vino bianco (o limone) e passarla poi sulle superfici con una spugnetta o un panno in microfibra.

Il resto della casa
In generale, comunque, quasi tutto si può pulire con un panno asciutto o bagnato con sola acqua.
Per i pavimenti in ceramica e gres: acqua calda e aceto di vino bianco.
Per tutte le superfici in legno: un panno morbido (in lana, cotone o flanella), asciutto o bagnato in poca acqua.
Per i vetri: acqua e il foglio di un vecchio quotidiano.

Pubblicato da editore il in ambiente - rimedi

commenti

Gli articoli del blog possono essere commentati dagli utenti iscritti a disqus, facebook, twitter e google+
Top