Pippo

Cominciamo questa volta con le vicissitudini di Pippo, bellissimo cavallo della razza chiamata Avelignese o Haflinger.
Questa razza di cavalli è da sempre al fianco degli uomini per trainare carri e altri attrezzi agricoli anche le Forze Armate ai tempi li usavano per trainare armamenti, ora sostituiti da mezzi meccanici.
Inoltre sono animali docili unico difetto che a volte sono testardi ma con un frutto o carota si può rimediare a questo inconveniente.
Pippo nasce 12 anni fa in un momento critico perchè c’è un virus che uccide questa specie di animali! Sua mamma Susi, la sorella di due anni ed anche questo giovanissimo puledro mostrano quei sintomi inequivocabilmente.
Il medico veterinario presente non ha al momento antidoti per tentare di salvarlo, con grande malavoglia prepara l’iniezione che prepara la fine a questa sofferenza.
Nelle vicinanze abita un amico svizzero: vede il trambusto e corre a vedere che succede, così di colpo si ricorda che a Locarno è arrivato il circo Knie e anche a loro è successo questa tragedia, però sa anche che è possibile trovare in una farmacia un vaccino molto efficace. Sale immediatamente sull’auto, dopo circa due ore arriva con questo medicinale, Pippo è a terra su un fianco e non ha quasi più reazioni, subito gli viene iniettato questo siero e dopo un’ora dà segni di ripresa!
I giorni seguenti è accudito con grande attenzione da tutti, così piano piano supera questo tragico momento. Ora sta bene nonostante che bisogna tenerlo controllato perchè qualche acciacco quella brutta storia lo ha lasciato.
Penso sia superfluo dire che è diventato la mascotte della zona, viziatissimo e coccolato da tutti anche perchè è un piacere vederlo correre con la criniera al vento, ma lui si comporta come una vera star, intelligente che a volte lascia perplessi come un animale possa avere queste reazioni.
Un esempio? Un giorno che pascolava nel prato lo chiamo per metterlo nella stalla, mi incammino verso il cancello, lui mi segue a pochi metri, io inciampo in una radice e cado sul prato pancia a terra, lui si avvicina, si piega sulle zampe anteriori, mi afferra la giacca con la bocca e cerca di rialzarmi: un episodio che non dimenticherò mai.
M.A.

Pin It on Pinterest

ilcannobino

GRATIS
VIEW